Descrizione

Ieri Bruxelles ha dato il primo via libera alla legge di stabilità italiana. Giudizio finale sulla manovra a novembre. Di come alcuni provvedimenti impattino negativamente sul settore postale, ne ha parlato in studio il Segretario generale della Cisl Poste, Mario Petitto che si è anche espresso sui 'possibili' 20 mila esuberi previsti dal piano industriale di Poste italiane per il periodo 2015-2019 che verrà presentato per fine anno, sul momentaneo stop alla privatizzazione dell' azienda, sul rapporto poco chiaro con il nuovo menagement e sul dialogo 'difficile' tra governo e sindacati. Mattina Cisl 29 Ottobre 2014