Descrizione

Scambio di informazioni su tutte le imposte di qualsiasi natura e denominazione. In nessun caso sarà possibile negare informazioni in possesso di banche, intermediari finanziari o fiduciari. Sono queste le principali novità dell'accordo fiscale raggiunto tra Italia e Svizzera dopo tre anni di trattative. Un accordo fiscale che certamente per l'Italia rappresenta anche una spinta all'adesione ad una "pacificazione fiscale" da parte di contribuenti italiani che hanno capitali nei 26 cantoni elvetici.

Il punto di Ricci 19 Gennaio 2015