Descrizione

Sono una precaria dell’Istituto superiore di Sanità dal 2008. Da due anni e mezzo mi sono avvicinata alla Fir Cisl in modo fortuito aiutando una collega che è consigliere nazionale e mi sono appassionata a quelle che sono le tematiche del precariato e ho iniziato a collaborare con il sindacato all’interno del mio Ente.

Lavoro nel comparto della ricerca dove ci sono professionalità che spesso vengono formate ma facilmente disperse perché il precariato mina le sicurezza e le certezze delle persone che si specializzano ma che devono guardarsi intorno perché, nel mio Istituto, non riescono ad essere assorbite: basti pensare che, solo da noi, ci sono circa 500 precari su un totale di 1500 persone.

Se fossi il segretario della Fir Cisl, avrei un occhio di riguardo alle esigenze di queste persone precarie che, quotidianamente, nonostante la loro situazione, si dedicando al loro lavoro nell’Ente. Sono un valore aggiunto e non devo essere assolutamente sottovalute perché hanno tanto da dare a tutti.

30 settembre 2015