Link del video
Codice di inclusione

Fisco Facile - 3 puntata

Per favore abilita Java Script nel tuo browser o usa un altro browser per visualizzare questo video. Potresti anche aver bisogno di aggiornare il tuo lettore flash.
Descrizione

RISPARMIARE FACENDO ORDINE NEI CASSETTI

In studio: Livia Parisi

Ospiti: Filomena Troise (Caf Cisl) e Stefania Lucchese (Agenzia delle Entrate, Responsabile Rapporti con gli intermediari)

Come fare per ridurre le tasse da pagare e, soprattutto, farlo nel rispetto delle regole? In questa puntata cercheremo di darvi consigli utili per apprendere "l'arte della detrazione", l'arte, cioè, di sfruttare sconti previsti dal Fisco per diverse tipologie di oneri e spese, sostenuti nel corso dell'anno. Una possibilità che richiede innanzitutto una precondizione, ovvero che tutto sia stato certificato tramite fatture, ricevute, bollettini di pagamento, scontrini. Facciamo subito una distinzione tra deduzioni e detrazioni, partendo da queste ultime, quelle cioè che abbassano l'imposta a carico del contribuente. Ne sono previste molte: ad esempio quelle per badanti, asili nido, istruzione, intermediazione immobiliare, attività sportive dei figli, canoni di locazione, acquisto frigorifero, ristrutturazioni, riqualificazioni energetiche, spese mediche e veterinarie.

Le deduzioni abbattono invece il reddito imponibile. Tra queste le più sfruttate sono quelle per i contributi previdenziali obbligatori e complementari ma ci sono anche gli assegni all'ex coniuge, le spese sostenute da disabili, le erogazioni liberali a sostegno di associazioni di volontariato. A proposito di volontariato, anche quest'anno è possibile dare sostegno ad Onlus, enti di ricerca scientifica o sanitaria, comuni di residenza e associazioni sportive dilettantistiche «con attività di interesse sociale», destinando loro il 5 per mille della propria Imposta IRPEF. La donazione non è alternativa all'8 per mille e non comporta alcuna spesa aggiuntiva: se non si esprime scelta infatti la quota viene trattenuta dallo Stato. Relativamente all'anno 2009, sono stati complessivamente 420 i milioni da dividere.

La maggior parte dei contribuenti ha premiato Onlus e volontariato: alle 28.396 associazioni e fondazioni ammesse sono andati 267,7 milioni. I 427 enti di ricerca scientifica e dell'università hanno ottenuto quasi 64 milioni. Ai 93 della ricerca sanitaria sono andati invece 61 milioni. Alle 5855 associazioni sportive dilettantistiche vanno circa 6 milioni milioni mentre Il comune di Roma si è aggiudicato la fetta più grossa degli oltre 13 milioni destinati alle attività sociali dei municipi. Il 5 per mille regala così una boccata d'ossigeno a molte attività del terzo settore che ogni anno presentano domanda di iscrizione nell'apposito registro consultabile sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

La rubrica Fisco Facile va in onda ogni venerdì alle ore 15:00

Condividi

Facebook! Twitter Google! Live! Yahoo!

Info