Descrizione

La mia avventura sindacale è iniziata cinque anni fa ed ho scelto la Fistel Cisl perché nello scenario attuale è l'organizzazione che più mi rappresenta e con la quale ho iniziato a collaborare anche per aiutare i miei colleghi. Questa è l'unica organizzazione che va sul concreto, è pragmatica, ed è questo che serve ora a tutti i lavoratori e soprattutto ai giovani che rappresentano la fetta sociale più difficile da raggiungere. Le nuove generazioni non sono legate ai valori del sindacato come invece accadeva in passato, ai nostri nonni.

La difficoltà di fare sindacato oggi, da donna, è quella di riuscire a conciliare la vita privata con gli impegni lavorativi. Sono mamma di due bambini e la mia fatica è doppia rispetto agli uomini, anche se questo non mi impedisce di continuare a fare questo lavoro con grande impegno.

Se fossi Annamaria Furlan, per avviare una vera svolta del sindacato, punterei tutto sui giovani cercando di portare avanti iniziative concrete di aiuto alle nuove generazioni. Dobbiamo far arrivare a tutti che la Cisl è un sindacato che ti sta vicino, proprio come è successo a me.

11 Novembre 2015