Link del video
Codice di inclusione

Italiane

Per favore abilita Java Script nel tuo browser o usa un altro browser per visualizzare questo video. Potresti anche aver bisogno di aggiornare il tuo lettore flash.
Descrizione

di Rosamaria Vaccaro, Assia Petricelli, Rosa Cavallaro VOCI DI DONNE NATIVE E MIGRANTI di Rossella Piccinno DocuFilm, la rassegna del documentario a cura della Cisl Lombardia, condotta da Costantino Corbari, propone due filmati, con diversi elementi in comune: entrambi narrano vicende di donne immigrate e sono stati realizzati, entrambi nel 2008, da registi donne. Questi i titoli. Il primo: "Italiane", un lavoro collettivo di Rosamaria Vaccaro, Assia Petricelli e Rosa Cavallero. Il secondo: "Voci di donne native e migranti" di Rossella Piccinno. In studio Isilda Armando, responsabile del progetto migranti della Fim nazionale, per parlare di donne, immigrazione e lavoro. Italiane: Feven vive in Italia da quando aveva tre anni, Anna è arrivata già quattordicenne. Feven parla romano e Roma è la sua città, Anna ha un accento che sa di Africa ed è straniera ovunque vada. Feven rinnova il suo permesso di soggiorno ogni due anni, Anna è stata cacciata dall'Eritrea perché cittadina italiana. Due storie opposte e speculari, lo stesso paradosso di un mondo fatto di confini. Voci di donne native e migranti: La questione dell'immigrazione nel Salento discussa presso il forum Naemi di Lecce, che riunisce native e migranti per favorire lo scambio interculturale e l'integrazione sociale. Da questa indagine emerge un quadro ricco di ombre, in cui segregazione e sfruttamento rappresentano i maggiori problemi per molte donne che, giunte nel nostro paese in cerca di una vita migliore, si vedono negare ogni diritto, proprio in una terra con una lunga storia di emigrazione alle spalle